Ristrutturare cantina

guida alle opere per ristrutturare la cantina

Molte case di vecchia costruzione sono in possesso di una cantina posizionata sotto al livello della strada, un ambiente che può essere sfruttato per mille diverse tipologie di attività e che merita davvero tutta la nostra attenzione. Se anche voi siete in possesso di una cantina nella vostra abitazione decidete la tipologia di uso a cui volete destinarla e fate partire i lavori di ristrutturazione, vedrete che ne varrà la pena.

Se avete deciso che la vostra cantina di casa rimarrà una cantina a tutti gli effetti, un luogo quindi in cui far riposare i vostri vini pregiati e magari anche un po’ di provviste come salumi e conserve, sappiate che non avrete bisogno di mettere in atto opere di ristrutturazione particolarmente ingenti. L’unica cosa a cui dovete prestare attenzione nella cantina è il tasso di umidità. Se è presente un’umidità eccessiva, cosa più che normale ovviamente nelle cantine di vecchia realizzazione, dovete cercare di eliminarne le tracce dai muri applicando anche appositi prodotti e in seguito dovete installare un apposito umidificatore facendovi però in questo caso consigliare da persone esperte in fatto di vini. Chiedete loro quali strumenti sono migliori e quale temperature e umidità deve essere presente in cantina e poi muovetevi di conseguenza.

ristrutturare cantina

Immagine presa da http://www.casantica.net

Ovviamente il discorso è ben diverso se volete trasformare la cantina in una stanza extra della vostra casa. Potete ad esempio decidere di trasformala in una stanza per gli ospiti, in una bella taverna per le sere con gli amici, in una stanza dei giochi o degli hobby, in una sala cinema, in una palestra e in molto altro ancora. In questi casi le opere di ristrutturazione da mettere in atto saranno molte. Oltre al problema dell’umidità c’è in una cantina infatti come prima cosa il problema della temperatura. Le cantine non sono fatte per viverci e quindi non è mai presente un impianto di riscaldamento che possa raggiungerle, impianto che quindi deve essere realizzato ex novo.

Le cantine in molti casi non sono dotate di finestre. Questo potrebbe ovviamente essere un problema se decidete di creare ambienti vivibili in questa stanza. È quindi necessario che vi sia anche un buon filtro dell’aria con ricambio costante di aria da prendere direttamente dall’esterno in modo che nell’ambienti non si abbia mail la sensazione di soffocare ma vi sia sempre invece una grande sensazione di freschezza. Potete ovviamente anche chiedere l’aiuto di una ditta edile per vedere se c’è la possibilità di ricavare nella zona alta delle pareti vicino al soffitto delle piccole finestrelle da cui possa così entrare un po’ di sana luce e un po’ di aria fresca.

Oltre all’impianto di riscaldamento e di umidificazione è necessario rendere le pareti e il pavimento migliori, elementi che esteticamente non disturbano mai nel caso di un luogo da adibire agli alimenti ma che disturbano invece in un luogo che deve essere arredato con grande gusto. Se i pavimenti sono in ottimo stato e sono rustici vi consigliamo di trovare il modo di mantenerli, pavimenti così infatti non se ne vedono molti oggi e se sono in ottimo stato vuol dire anche che sono di ottima qualità. È ovvio però che mantenerli vuol dire anche adeguarsi ad uno stile di arredamento della cantina piuttosto rustico e country. Se le vostre idee in fatto di arredamento sono proprio diverse dovete allora necessariamente cambiare i pavimenti chiamando un’apposita ditta oppure posare una delle nuove e moderne pavimentazioni direttamente sopra al vecchio pavimenti.