Consigli per acquistare una nuova casa

State per acquistare una nuova casa e siete in cerca di consigli?
Ottimo, siete arrivati proprio sull’articolo che fa per voi!
Vedremo insieme da dove partire per comprare casa, valutando tutte le fasi preliminari che caratterizzano un investimento così importante come questo.

Comprare casa è un traguardo che ad oggi può essere considerata davvero un’impresa.
Sappiamo bene che la crisi ed il lavoro precario non solo allungano i tempi per l’acquisto di una casa, ma spesso scoraggiano proprio l’eventuale acquirente a procedere. La crisi ha però anche un risvolto positivo per le nostre tasche: i costi delle case infatti si sono notevolmente abbassati negli ultimi anni e si può anche accedere ad appartamenti o ville i cui costi erano impensabili fino a qualche tempo fa.

Fatte le dovute premesse, cominciamo con i punti da considerare per procedere poi alla scelta e all’acquisto dell’immobile che fa per noi.

CASA EX NOVO O ESISTENTE

Il primo argomento da affrontare è sicuramente quello della scelta della tipologia di casa che si vuole acquistare. Pensate di progettare daccapo la vostra casa partendo zero o considerare l’acquisto di un immobile già esistente?

Ogni scelta ha i suoi pro e i suoi contro, ma molto dipende anche dai gusti personali dell’acquirente, ossia se riesce ad accettare qualcosa di già bello e pronto adattandosi poi ad arredare spazi già prestabiliti o se si desidera ardentemente creare ex novo un edificio ad hoc nel quale decidere ogni cosa. Una via di mezzo potrebbe essere una casa da ristrutturare, della quale magari non modifichiamo la pianta generale ma sicuramente interveniamo su spazi e disposizione degli ambienti.

Fattori non meno importanti che condizionano questa scelta sono: le tempistiche, che si allungano nel caso di una casa da costruire completamente ed il budget, che sicuramente sale per la casa nuova, considerando anche gli adempimenti burocratici e che per avere un lavoro perfetto bisogna sicuramente affidarsi ad un team specializzato che possa curare l’intero progetto dall’inizio alla fine.

UBICAZIONE

Dopo aver scelto la tipologia, bisogna valutare la localizzazione dell’immobile: città o campagna? Centro o periferia? Sono domande molto importanti a cui rispondere. Ognuna delle scelte ha ovviamente i suoi pro e i suoi contro. Bisogna capire se preferiamo avere una casa che ci consenta di staccare totalmente dall’ambiente cittadino in un contesto tranquillo o silenzioso o se non vogliamo rinunciare ai servizi e al benessere del centro cittadino.

È tutta una questione di gusti ed abitudini. Guardando poi al futuro, vi consigliamo di valutare i servizi, la possibilità di spostarsi con i mezzi e di poter arrivare facilmente a scuole e strutture qualora si crei una famiglia con figli o si abbia già una prole. La serenità ed il comfort familiare sono fondamentali per vivere bene in casa e godere della propria abitazione senza pentimenti.

L’ubicazione è poi un elemento importante anche per stabilire il valore di una casa e quindi va calibrata anche in base al budget che si ha a disposizione. Sicuramente un appartamento in città è più costoso di uno in periferia o in un piccolo paese; cosi come una casa indipendente richiede un investimento molto più alto. La via di messo della casa da ristrutturare potrebbe essere una buona soluzione per riuscire a ridurre le spese di acquisto, gestendo poi con parsimonia gli interventi successivi, magari anche dilazionandoli nel tempo.

Altra opzione poi è quella dell’acquisto di una casa con una cooperativa di costruzioni. In quel caso, grazie ad una serie di accordi preliminari e al vantaggio di suddividere alcuni costi tra i vari lotti, si riesce a risparmiare qualcosa al metro quadro, con prezzi medi più bassi rispetto ad un acquisto da privato o agenzia.

 

PROGETTAZIONE O RISTRUTTURAZIONE

Dopo aver scelto la tipologia di casa, si passa all’azione. Per una nuova casa il primo passo è sicuramente la progettazione, una fase molto delicata che richiede attenzione ed impegno per evitare problemi successivamente. Consigliamo sempre di affidarvi ad una ditta specializzata che sia in grado di comprendere le vostre esigenze e metterle in cantiere. Attraverso sofisticati software di progettazione, potrete già vedere in anteprima i risultati delle vostre scelte e correggere immediatamente risultati non troppo soddisfacenti o ripensamenti, senza generare ulteriori allungamenti dei tempi e costi per la riprogettazione.

Se la vostra casa è da ristrutturare il procedimento è più o meno lo stesso, ma in questo caso la differenza sta nella quantità di lavori da effettuare e soprattutto le scelte in merito anche ad una riqualificazione. Consigliamo comunque di rivolgervi a professionisti specializzati anche nella realizzazione di abitazioni green o con alti standard di qualità. Questo vi consentirà di risparmiare nei consumi e di aiutare l’ambiente.

Se la casa è già chiavi in mano, sicuramente i lavori per completarla saranno minori. Non è però detto che non si voglia intervenire per renderla il più possibile vicina ai nostri gusti e alla casa dei nostri sogni. È molto difficile se non impossibile trovare infatti una casa che sia perfettamente in linea con i nostri gusti e che sia perfetta in ogni ambiente e nello stile generale.

Anche in questo caso quindi fate bene una valutazione degli interventi e procedete con i lavori, verificando la necessità di autorizzazioni o meno e la durata prima di poter accedere in maniera definitiva all’abitazione.

INCENTIVI

Quando si progetta una casa nuova o si acquista una casa già pronta o da ristrutturare, informatevi sempre sulle agevolazioni statali previste per ogni singolo intervento che volete fare. Vi sono infatti delle misure previste da finanziaria o da leggi statali che vi danno la possibilità di accedere a fondi di risparmio.

Ad esempio per l’acquisto di una prima casa, potete avere degli sconti molto vantaggiosi sull’IVA; mentre, nel caso di ristrutturazioni o interventi di riqualificazione,  c’è la possibilità di avere degli sconti sulla dichiarazione dei redditi attraverso l’accesso ai vantaggi previsti dalla finanziaria 2018.

Il recupero delle spese può arrivare anche al 65% dell’investimento inziale. Il consiglio è quello di informarsi molto bene sia sulle procedure di accesso a queste agevolazioni sia sulle modalità di produzione e conservazione dei documenti.