Tutti i vantaggi di una riqualificazione energetica

La riqualificazione energetica della casa è fondamentale per poter vivere in un ambiente in cui gli sprechi sono limitati e nel quale si è attenti al nostro ecosistema e alle proprie tasche.
Ottimizzare gli impianti e la funzionalità dell’abitazione infatti consente di risparmiare in bolletta, evitando di consumare più del necessario, e di ridurre quindi le emissioni nell’ambiente, aiutando il nostro pianeta dal punto di vista climatico.

Isolamento dell’abitazione

Unprimo intervento nella riqualificazione energetica della casa è l’isolamento della stessa. Il parco edilizio italiano da questo punto di vista è molto carente: la maggior parte delle abitazioni ha almeno trent’anni e non ha avuto interventi di ristrutturazioni tali da evitare la dispersione dell’energia. Negli ambienti interni  dunque non si sta bene perchè non si riesce a limitare il freddo d’inverno ed il caldo d’estate. Negli ultimi anni la tecnologia ha compiuto passi da gigante in quest’ambito ed attualmente ci sono soluzioni al problema che non sono neanche così costose e che consentono un immediato recupero dell’investimento.

Una di queste è il cappotto termico, che garantisce all’abitazione un isolamento totale delle pareti e si può realizzare utilizzando materiale biodegradabile e naturale. Il consiglio è quello di realizzarlo sulle pareti esterni, perché agisce in maniera più omogenea evitando che si possano creare dei ponti termici. Oltre alle pareti è necessario isolare anche il tetto: il calore tende a salire verso l’alto e se ci sono punti poco isolati, è molto più semplice che fuoriesca da lì. Come per le pareti, anche per il tetto le soluzioni sono molteplici: si possono effettuare degli innesti di prodotti assolutamente naturali, che conferiscono all’ambiente una copertura totale dalle dispersioni o creare una copertura in materiale naturale come il legno, che nello stesso tempo isola e consente il ricambio dell’aria.

Infissi e Serramenti

Correlato al discorso dell’isolamento c’è anche la scelta degli infissi e dei serramenti. La dispersione molto spesso avviene anche perché le finestre, sollecitate dall’azione del tempo e degli agenti atmosferici, non riescono a trattenere il calore e a garantire una perfetta reazione. La sostituzione degli infissi è quindi necessaria per riqualificare l’abitazione e i materiali più scelti per farlo sono il legno, l’alluminio ed il pvc.
Quest’ultimo è sicuramente il più consigliato perché ha una resistenza molto alta alle azioni esterne della pioggia e del caldo, è un prodotto 100% naturale e biodegradabile e richiede una bassissima manutenzione. Si può inoltre personalizzare a piacimento, sia nelle forme sia nei colori, ed essendo anche un materiale dalla struttura forte, è una garanzia anche nell’evitare spiacevoli intrusioni. Oltre all’isolamento termico infine garantisce anche un buon isolamento acustico, aumentando il comfort abitativo.
Alla finestra vanno poi abbinati dei vetri resistenti e utili al nostro scopo. A seconda della tipologia di finestra che si sceglie, si può optare per un vetro a doppia camera o stratificato. Nel primo caso si installano due vetri che creano una camera di isolamento; nel secondo caso, perfetto quando si ha un minore spessore della finestra, si sovrappongono vari vetri per creare una barriera tra l’interno e l’esterno.
Le finestre incidono anche sull’illuminazione naturale della casa: vanno scelta in base alla disposizione degli spazi e in maniera tale da favorire l’azione della luce del sole per più ore possibili.

Areazione Controllata

Uno dei problemi più comuni nelle abitazioni moderne è la mancanza di areazione. Molto spesso ci si trova a vivere in ambienti non perfettamente salubri, con il rischio di disturbi alla salute dell’inquilino. Le cause sono dovute sicuramente ad un numero di ore alto di chiusura degli infissi per evitare l’inquinamento e la dispersione del calore. Ciò non consente il ricambio dell’aria e quindi si accumulano sostanze nocive. Per ovviare a tutto questo il consiglio è quello di installare un impianto di areazione controllata che riesca a garantire sempre aria fresca e nuova, riducendo i consumi ed aumentando il comfort abitativo. In commercio ve ne sono di diverse tipologie e possono essere azionati anche con controlli da remoto e utilizzando dispositivi tecnologicamente avanzati. Nel periodo estivo o nelle ore in cui non sono accesi gli impianti di climatizzazione, è comunque sempre consigliato aprire le finestre per consentire alla casa di respirare.

Domotica

La riqualificazione energetica di una casa passa necessariamente dall’utilizzo della domotica. I sistemi intelligenti di controllo dell’abitazione infatti garantiscono una resa ottimale di tutti gli impianti, agendo sulla riduzione delle spese e sulla qualità della vita.
I dispositivi smart per la casa sono diversi e si possono utilizzare per controllare la climatizzazione, verificare gli impianti di sicurezza, azionare sistemi di illuminazione, gestire le uscite audio. La casa può essere così un ambiente efficiente e grazie al controllo da remoto, si può essere certi in ogni momento di ciò che accade in casa,evitando sia spiacevoli sorprese come incendi ed allagamenti, sia costi inutili per la climatizzazione.
Il tutto gestito da una rete wifi che è molto semplice da installare in casa e che collega contemporaneamente tutti i dispositivi e li rende disponibili al controllo tramite applicazione sullo smartphone.

Valore dell’abitazione

La riqualificazione energetica incide molto sul valore dell’abitazione. Una casa funzionale, che assicura comfort, riduce i consumi e limita l’impatto ambientale, è un prodotto che sul mercato non conosce rivali. Le persone sono sempre più interessate a questi aspetti e sono disposte ad investire cifre maggiori per assicurarsi nel tempo benessere e risparmio. Il vantaggio di una riqualificazione energetica della casa sta proprio in questo aumento automatico del valore, che può essere ancor di più sottolineato dalla scelta di uno stile elegante e di un arredamento di pregio. Il consiglio è quello di abbinare alla scelta di impianti all’avanguardia, anche un arredamento di valore, che possa essere riconosciuto da un eventuale acquirente, che vedrà poi nell’abitazione un investimento sicuro e durevole nel tempo.

Agevolazioni Fiscali

I governi degli ultimi anni per favorire la riqualificazione energetica delle abitazioni, hanno inserito nei Bonus Casa delle agevolazioni anche molto alte. Per il 2019 tutti i costi per gli interventi che riguardano un’ottimizzazione degli impianti possono essere recuperati fino al 50% mediante dichiarazione dei redditi. L’investimento dunque è molto vantaggioso, perchè nella realtà ti costerebbe la metà. L’agevolazione fiscale si può richiedere sia per singole abitazioni sia per i condomini e può essere richiesta fino al 31 dicembre del 2019, presentando regolare domanda e facendo attenzione a dimostrare con bonifici parlanti tutte le spese affrontate, anche quelle per l’analisi preliminare dell’intervento.