Casa di valore: tutti gli elementi chiave

Una casa di valore è fondamentale per avere maggiori opportunità nel mercato immobiliare, un settore che negli ultimi anni ha ampiamente sofferto della crisi economica in atto, vedendo scendere vertiginosamente i prezzi e l’appetibilità da parte degli acquirenti, impossibilitati a sostenere questo tipo di investimenti. Basti pensare che anche città come Milano hanno subito un ridimensionamento dei costi, sia per quanto riguarda la vendita sia per quanto riguarda gli affitti.

L’edilizia in generale ha inoltre subito un contraccolpo pesante e quindi anche le nuove costruzioni sono diminuite, abbassando di conseguenza anche gli standard qualitativi medi, dato che l’Italia è un paese vecchio per quanto concerne il parco edilizio.

A parte questo iniziale scenario abbastanza preoccupante, vi sono però delle azioni che si possono compiere per dare o ridare valore alle proprie abitazioni per renderle competitive sul mercato e aspirare ad un’eventuale vendita o semplicemente per essere consapevoli di avere realizzato un’opera di valore che non conosce il peso della crisi di mercato.

Come si arriva a questo risultato? Vediamo insieme tutti gli elementi chiave!

 

ANALISI PRELIMINARE

Prima di procedere con interventi mirati il consiglio è di cominciare con un’analisi preliminare per stabilire lo stato di conservazione dell’immobile e valutare gli aspetti che possono essere migliorati dal punto di vista strutturale e qualitativo. Con questa analisi sarete in gradi di stabilire il prezzo della vostra casa e quindi acquisire consapevolezza del valore iniziale dell’immobile e di come farlo salire lavorando su alcuni aspetti chiave.

Studiate bene anche il valore medio stabilito in base all’ubicazione dell’edificio perché questo è determinante anche per capire come muoversi per aumentare il valore. Vi sono infatti delle zone, magari periferiche, che attraverso pochi interventi, consentono di far crescere tanto il valore generale della casa.

Per avere un risultato ottimale, affidatevi sempre ad un’agenzia competente, che possa seguire passo passo il progetto e consigliare gli interventi più adatti ai vostri obiettivi. Un team di professionisti che vi aiuta ad elaborare un piano di rivalutazione è la scelta migliore per non rischiare spese inutili, allungamento dei tempi ed errori anche burocratici.

 

PROGETTAZIONE

Secondo aspetto da considerare è l’accurata progettazione. Dopo aver valutato tutti gli interventi da compiere e come possono incidere sull’ aumento del valore della vostra casa , stabilite il vostro piano di intervento valutando ogni aspetto in base al budget, le tempistiche e alla necessità dello stesso.

Vi sono delle regole inoltre da seguire per effettuare i lavori in casa: ci sono interventi che necessitano di autorizzazione da parte del comune e lavori che invece, rientrando tra i lavori ordinari, non hanno bisogno di autorizzazioni né richiedono pagamenti di tasse comunali. La normativa è cambiata di recente, quindi informatevi bene su come procedere prima di iniziare con l’intervento.

Nel progetto stabilite infine le tempistiche ed organizzate con cura i vari processi da effettuare. Questo renderà più semplice eventuali operazioni di sgombero di alcune stanze o di pernottamento esterno per i lavori più pesanti, in modo da non stressarsi troppo e riuscire a seguire tutto con la massima attenzione.

INTERVENTI STRUTTURALI
Partiamo dagli interventi strutturali, che sono anche quelli che incidono maggiormente sui costi e sui tempi, ma che sono determinanti nell’aumento del valore dell’abitazione. Isolare termicamente la casa è un passo importante ma necessario, perché incide non solo nella qualità della casa, ma anche sui consumi. Una casa che garantisce temperature ottimali in ogni stagione, senza l’uso massiccio di impianti di  climatizzazione, è sicuramente da porre in cima alla lista dei desideri, considerando che si risparmia dal 15%  al 30% in bolletta.

In questo caso potreste anche chiedere l’agevolazione statale e quindi risparmiare sull’investimento con le agevolazioni fiscali. Stesso discorso vale anche per la sostituzione di infissi e serramenti: si può accedere all’agevolazione per l’intervento ed esso aiuta l’efficienza energetica dell’abitazione. A livello strutturale infine potete agire sul tetto, qualora aveste una vecchia struttura e vorreste puntare su materiali più moderni, resistenti e sicuri. Se l’edificio è localizzato in zone con un alto rischio sismico vi consigliamo di puntare molto sulla sicurezza, rendendo la vostra casa antisismica. Con il bonus Sisma anche in questo caso potete accedere alle agevolazioni previste nella finanziaria 2018.

LAVORI INTERNI
Una casa di valore è necessariamente una casa ben arredata e con spazi suddivisi in maniera ottimale. Fatevi aiutare da un interior design per capire come procedere alla ristrutturazione di un interno o semplicemente all’ottimizzazione dello stesso. Molto spesso infatti, è solo una questione di giusta disposizione delle cose e di massimo sfruttamento degli spazi.

Tra gli ambienti che maggiormente danno valore ad una casa figura sicuramente la cucina. È il luogo più funzionale della casa e quello dove si passa la maggior parte del tempo compiendo delle azioni. Deve quindi avere tutti gli elementi necessari per poterla sfruttare appieno, dagli elettrodomestici all’arredamento. Potete optare anche per l’utilizzo della tecnologia per creare un ambiente confortevole, ma soprattutto efficiente!

Un secondo consiglio è quello di puntare su una perfetta illuminazione della casa, sfruttando sia l’orientamento della stessa sia una disposizione attenta degli impianti di illuminazione. La tecnologia in questo caso la fa da padrone e si possono anche scegliere meccanismi di domotica in grado di regolare la luce all’occorrenza ed in base alle attività che si stanno svolgendo, conferendo agli ambienti un confort unico.

CURA DEGLI ESTERNI
Se avete un giardino che fa da ingresso o che circonda, vi consigliamo di mantenerlo con cura. Diventa un vero e proprio bigliettino da visita della vostra abitazione ed accoglie ospiti o potenziali acquirenti nella maniera migliore, contribuendo quindi all’aumento del valore generale della casa.

Nel 2018 inoltre il recupero e l’arredamento degli esterni rientra nel cosiddetto bonus verde, un’agevolazione contenuta nella finanziaria 2018 che consente di recuperare fiscalmente le spese sostenute per la sistemazione di giardini ed aree verdi fino ad un tetto massimo di 5000 euro.

Rientrano in questo vantaggio anche l’istallazione degli impianti di irrigazione e l’arredamento di balconi. L’obiettivo è quello di migliorare la bellezza di giardini e spazi verdi nei condomini e nelle singole abitazioni, creando un bel colpo d’occhio in ogni zona della città. Non potete perdere questo appuntamento con la bellezza!