Consigli Arredamento

Arredamento cucina: idee, consigli e tendenze del 2021

arredamento-cucina

Prendersi del tempo per ponderare quale sarà l’arredamento della cucina è fondamentale. È vero che è importante che qualsiasi angolo della casa ti rappresenti e parli delle tue abitudini, ma non si tratta solo di questo. Devi considerare che la cucina è uno spazio dove la funzionalità e l’estetica si uniscono. È una stanza che ha uno scopo preciso e deve essere organizzata in tal senso, ma è anche un ambiente molto vissuto e, quindi, sarebbe meglio risultasse piacevole alla vista.

Se stai comprando casa o hai deciso di ristrutturare la cucina, saprai bene che le scelte dei mobili e della loro disposizione devono adattarsi alle dimensioni della stanza. I colori e i materiali, invece, al tipo di design che caratterizza la tua abitazione. Questo non significa che tu non possa riuscire a realizzare la cucina dei tuoi sogni. L’importante è avere le idee chiare. In questo articolo te ne proponiamo alcune per arredare la tua cucina al meglio delle tue possibilità.

Arredare una cucina: che tipo scegliere?

Ci sono diversi tipi di cucina tra cui scegliere. Per arrivare a decidere non puoi basarti solo sul tuo gusto personale. Esso non può mancare, ovviamente, ma ci sono alcuni modelli che si adattano meglio ad alcune condizioni strutturali. Per arredare una cucina ci sono delle regole importanti da conoscere. Sei libero/a di spaziare tra ciò che preferisci, ma ricordati che devi sempre considerare la fattibilità e la funzionalità delle tue scelte.

Proviamo a vedere insieme quali sono le tipologie di cucina più diffuse nel mondo del design.

La cucina lineare

Se non hai a disposizione grandi spazi, la cucina lineare è la soluzione perfetta. Tutti i mobili si trovano su un’unica parete. Gli elettrodomestici possono occupare i ripiani inferiori, mentre le stoviglie e le scatole di cibo quelli superiori. È un modello di cucina molto funzionale e tendenzialmente economico. Puoi sbizzarrirti con i colori, le forme e con i materiali. Anche se lo spazio è piccolo, non devi rinunciare a un look più particolare.

La cucina a Elle

Se hai uno spazio abbastanza ampio e hai bisogno di una cucina spaziosa e multifunzionale, puoi pensare di acquistare una cucina ad angolo, anche nota come cucina a elle. Si tratta di uno dei modelli più popolari in Italia e anche uno dei più belli da vedere esteticamente. Per quanto riguarda l’aspetto funzionale, è sicuramente vincente: si crea un angolo di lavoro abbastanza ampio dove poter lavorare in tutta comodità. Inoltre, essendoci più spazio, si hanno a disposizione più ripiani e più scompartimenti da organizzare secondo le proprie necessità.

La cucina a galleria

Adatta a uno spazio grande è anche la cucina a galleria. Come ci suggerisce il termine, in questo tipo di stanza abbiamo i mobili posizionati su due pareti tra di loro parallele. È comoda perché ti permette di scegliere dove posizionare elettrodomestici e ripiani a tuo piacimento. L’importante è che tra le due file ci sia almeno un metro e mezzo di spazio in modo da consentire movimenti liberi (non devi sentirti oppresso/a) e l’apertura di tutti i cassetti simultaneamente.

La cucina a U

La cucina a U è un modello versatile che ti consente di avere i mobili su tre lati. È comoda perché ha piano di cottura, lavello e piano di lavoro distanti tra di loro. La sua forma è pensata per accogliere anche più persone contemporaneamente in cucina. Non per forza deve essere inclusa in spazi grandi, ma di certo non andrà bene in una stanza rettangolare che sia lunga e stretta.

La cucina con isola

È la regina delle cucine dal punto di vista del design. Probabilmente avrai già capito che stiamo parlando della cucina con isola. Essa ha una parte dei mobili a parete e l’altra va collocata al centro dell’ambiente. Sull’isola possono essere posti il lavello o il piano cottura insieme con il piano di lavoro. Essa può diventare anche un bancone a cui ci si siede per consumare i pasti. L’importante è che l’isola diventi il fulcro dell’ambiente. Se ti stai innamorando dell’idea, fermati un attimo: ricorda che questa cucina è adatta solo agli spazi molto ampi, altrimenti non può funzionare per bene.

Quali colori scegliere per l’arredamento della cucina?

Una volta selezionato il tipo di cucina che ti soddisfa e che ben si adatta alla tua stanza, puoi deciderne il colore. Ovviamente, tutto dipende dallo stile di arredamento. Ad esempio, in una cucina moderna potresti puntare su soluzioni cromatiche ardite, mentre in una dal design rustico bisogna puntare tutto sul legno.

Per quanto riguarda le pareti, invece, il consiglio è quello di dipingerle a seconda dei mobili da te scelti. Se hai mobili molto colorati, ad esempio, è meglio non caricare ulteriormente la vista con colori accesi ai muri, ma lasciarli il più semplici possibili. Al contrario, avendo tu dei mobili neutri, puoi puntare molto di più sul colore.

I pavimenti per la cucina

In cucina andrebbe usato un pavimento facile da pulire. La cosa più comune che avviene in questa stanza è che qualcosa cada per terra visto che la si frequenta molto e ci si muove maneggiando ingredienti e bibite. Di conseguenza, è meglio non avere né moquette, né tappeti. Pollice in alto per legno, pietra e cemento spatolato.

Attenzione se hai una cucina a vista: il pavimento potrebbe essere condiviso con il salotto e questo rende la scelta ancora più importante, ma anche limitata.

Quali materiali scegliere per le superfici

Il materiale usato nelle cucine professionali è l’acciaio inox. Esso è igienico, facile da pulire e resistente al calore. Tuttavia, economicamente è dispendioso.

Per il piano di lavoro si potrebbe usare il laminato, la pietra lavica, l’ecocemento o il quarzo. Il primo è molto conveniente dal punto di vista economico, ma non molto adatto a sostenere alte temperature. La pietra lavica si trova sotto forma di piastrelle decorate che forniscono un tocco di originalità alla tua cucina. Sta diventando molto popolare in cucina perché è resistente agli urti e al caldo.

L’ecocemento è dispendioso, ma è molto resistente alle temperature, all’umidità, alle macchie e all’usura. Un discorso simile vale anche per il quarzo.

Ora che hai capito le linee guida essenziali, non ti resta che fare le tue scelte per l’arredamento della cucina.

To Top